Home |Format|Ribelli Ribelli [Ep.5] – Pandemia, giornalismo ed etica pubblica: caccia alla verità

Ribelli [Ep.5] – Pandemia, giornalismo ed etica pubblica: caccia alla verità

by Redazione MRTV

Dieci mesi fa è cominciato il primo lockdown sanitario della nostra storia recente. Così la “caccia” alle informazioni sulla pandemia ed il virus è diventata un’attività quotidiana, di prima necessità. Il giornalismo è stato chiamato ad esercitare il suo mestiere, ma in un modo difficile: lontano dalle fonti, con l’ascolto quotidiano di esperti che cercavano di esibire certezze che non avevano, a fronte di informazioni confuse, in arrivo,  da ogni parte del pianeta.
Nel frattempo, nelle affollate terapie intensive  si consumavano scelte drammatiche e si moltiplicavano le domande etiche sui perchè ed i come. 
La gestione della pandemia si è arricchita anche di altri aspetti: la scarsa trasparenza degli atti amministrativi, la segretezza sui contratti per i vaccini, le difficoltà oggettive della campagna vaccinaleerrori nella trasmissione dei dati, a cui recentemente si è aggiunta la levata di scudi  dell’ Associazione Italiana di Statistica, che ha raccolto le firme per un appello che punta i piedi per modificare l’attuale metodo di raccolta dati e la contabilità del virus, perchè si esorta a ripartire dalla qualità del dato primario, per poter fare proiezioni e comprendere meglio le scelte del governo.  Un quadro complessivo, forse disarmante, in cui avvertiamo la necessità di ritrovare il filo.  

Così, di informazione e giornalismo, ma anche di scelte morali ed etiche, al tempo della pandemia, parleremo In RIBELLI, venerdì sera, alle 19,30, con Giovanni Caprara, giornalista ed editorialista scientifico del Corriere della Sera (presidente SIGS) e con Maurizio Mori, professore Ordinario di Filosofia morale e bioetica all’ Università di Torino (presidente della Consulta di Bioetica).  Conduce Monica Soldano, giornalista.

Related Articles